Gelateria—Cafè

Brand design, progetto d'interni

2019 | Trieste (TS)

Nel progetto ci si è concentrati sull’unire in un disegno unitario l’ambiente centrale del caffè con gli spazi accessori del retro (laboratorio e servizi); per farlo si è pensato di usare una diagonale che attraversi lo spazio unendolo, ma allo stesso tempo disegnando delle gerarchie.

Nella parte sinistra l’ingresso e la sala con alcuni tavolini; l’ambiente a tutta altezza, escluso un piccolo abbassamento di 10 cm per questioni impiantistiche. A destra, oltre la linea obliqua in piante, lo spazio del banco definito da un cambio dei materiali e dall’abbassamento del controsoffitto. L’idea che si vuole trasmettere è quella di un posto che, seppur piccolo, accolga i clienti facendoli sentire a proprio agio. Si è pensato infatti ad uno spazio per riporre le giacche a fianco all’ingresso, proprio come in casa; e poi invece che tanti tavolini e sedie, una lunga panca a muro con spersi qua e là dei cuscini decorativi che richiamino i colori del brand (blu mare, ottanio, caffè). Sul piccolissimo disimpegno si affaccia la porta dell’anti bagno, scorrevole per guadagnare spazio, e la porta del laboratorio, che si è immaginata a filo e dello stesso colore della parete di fondo. I materiali scelti sono il legno scuro, per la parte dell’accoglienza (sinistra) e le piastrelle per la parte di lavoro (destra).

Immaginando una nuova vita per questo piccolo locale affacciato su una piazza molto frequentata e centrale della città, si è pensato ad un luogo che incuriosisse, attirasse all’interno i passanti, un piccolo caffè con gelati, dolci e dolciumi e ottime bevande calde e fredde a base di caffè e di frutta.
Un luogo quasi magico, una fantasticheria.
Così è nato il nome, Ghiribiz: un’idea improvvisa, un capriccio. Graficamente si è pensato ad una font corsiva, un po’ elegante e un po’ riferita ai sogni. I colori sono quelli scuri del caffè e del cioccolato, mischiati con la tavolozza di azzurri e blu del paesaggio triestino.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

© 2018 CubOfficina